Informazioni aggiornate a Dicembre 2016 - SISTRI obblighi e sanzioni - Dicembre 2016

INTEGRA srl informa che

Fino a nuove comunicazioni da parte del Ministero dell’Ambiente, l’obbligo di adesione al SISTRI resta attivo e riguarda le seguenti categorie:

  • produttori iniziali di rifiuti speciali pericolosi che abbiano più di 10 dipendenti (eccezioni: i liberi professionisti che non operano in forma d'impresa; i soggetti che svolgono le attività di estetista, acconciatore, trucco permanente e semipermanente, tatuaggio, piercing, agopuntura, podologo, callista, manicure, pedicure)
  • gestori di rifiuti pericolosi (trasportatori,impianti di destino e intermediari)
  • nuovi produttori di rifiuti pericolosi (impianto autorizzato alla gestione di rifiuti che genera un nuovo rifiuto dalla propria attività)
  • comuni e imprese di trasporto di rifiuti urbani della regione Campania

 

-        le sanzioni per la mancata iscrizione e l'omesso pagamento del contributo annuale sono attive dal 1° aprile 2015

(sanzione amministrativa pecuniaria da 15.500 euro a 93.000 euro)

-        le sanzioni per la mancata compilazione o per errori nella compilazione delle schede SISTRI saranno attive dal 1° gennaio 2017

(D.Lgs 152/2006  art. 260-bis  commi 1 e 2)

 

Al momento non è dato sapere se l’ipotesi di eliminare i dispositivi USB, proposta già nel vecchio decreto, verrà effettivamente realizzata con l’anno nuovo.

Vi aggiorneremo non appena ci saranno delle comunicazioni ufficiali in merito.

Restiamo a disposizione per qualsiasi chiarimento.

Attachments:
Download this file (Bollettino SISTRI09-16.pdf)Bollettino Settembre 2016[Sistri obblighi e sanzioni 2016]
Integra srl - Azienda certificata con i sistemi ISO 9001:2008 e ISO 14001:2004 - Via lecco 5/E, 22036 Erba (CO)

Questo sito utlizza cookie, anche di terze parti, per scopi tecnici. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.